Logo Ediself bianco e rosso abbrev Ediself   FUTURO  ETICO

 

 
Luigi Mario Chiechi CV
Home Chi siamo Saggistica Narrativa Progetto Mai pił Malati Condizioni di acquisto Contatti

Chi siamo

 

 

 

 


 

Non leggete, come fanno i bambini,

per divertirvi o, come gli ambiziosi, per

istruirvi. No, leggete per vivere.

                                              

                                                                  (G.Flaubert)

 


 

Ediself è una iniziativa editoriale di nuova concezione, la cui missione è quella di contribuire allo sviluppo di una società fondata sui basilari valori di uguaglianza, libertà, rispetto, senza distinzione di specie, sesso, razza, etnia, nazione, religione, cultura.

 

Aiutando la diffusione di questi valori si vuole contribuire alla costruzione di un mondo unico, in cui si abbia coscienza di essere tutti abitanti di uno stesso pianeta, finito e limitato, che abbiamo il dovere di rispettare, migliorare e tramandare.

 

Il tutti sta a indicare tutti gli esseri viventi, animali umani e non, che devono godere degli stessi diritti alla vita, libertà, non sofferenza. Una aspirazione all’uguaglianza che passi attraverso il rispetto per gli animali, che tenga in prioritaria considerazione le esigenze del territorio, dell’ambiente, degli esseri viventi e della loro pacifica convivenza.

 

Come si vede la Ediself si propone in fondo soltanto di unire in un pensiero unico le varie istanze culturali storicamente già presenti e attive nei vari campi, e associarli nella comune matrice etica, costringerli quasi, non essendo ammissibile la contraddizione etica (non può coesistere il femminismo con il razzismo, lo specismo con l’ambientalismo e via di seguito).     

 

Quello che si vuole sviluppare è un pensiero giovane, in grado di vedere le nuove aspirazioni ad una vita più equa, convinti che oggi sia finalmente possibile, perché oggi finalmente se ne sono create le condizioni.

 

Solo che questa conquista etica, la più importante dall’inizio della nostra storia sulla terra, necessita di una nuova saggezza. Ora che ha una tecnologia in grado di fornire energia pulita, alimenti vegetali a presenza costante, strumenti per il controllo delle nascite, l’umanità deve sviluppare “una conoscenza di come utilizzare la conoscenza”[1], una conoscenza indispensabile che ha a che fare con la morale. E che è anche urgente. Ci siamo improvvisamente accorti che la Terra è piccola, le sue risorse limitate e gran parte le abbiamo già distrutte.

 

Già nel 1955 NJ Berrill scriveva che “noi siamo come un cancro le cui strane cellule si moltiplicano senza controllo, esigendo inesorabilmente il nutrimento di cui tutto il corpo ha bisogno”[2]. L’analogia è evidente.

 

Se continueremo a svilupparci come un cancro, moltiplicandoci in maniera incontrollata senza considerare le esigenze di quell’organismo più grande di cui facciamo parte e che ci permette di vivere, ma egoisticamente solo le nostre, finiremo di distruggere la Terra, e con lei noi e il futuro dei nostri figli.

 

Alcuni ipotizzano che quando saremo diventati troppi per le risorse del pianeta saremo costretti a colonizzare lo spazio, come più di cinque secoli fa facemmo con l’America.

 

Forse però non ci sono altri mondi da colonizzare; e sicuramente non ci saranno persone come i nostri simili o i nostri compagni animali, esclusivo e fortuito prodotto della evoluzione della vita sul nostro pianeta.

 

La Ediself in questa nuova struttura prosegue il cammino intrapreso nel 2007, mantenendo lo stesso obiettivo di rappresentare una sperimentazione editoriale con l’intento di favorire il confronto culturale senza perseguire prioritariamente scopi commerciali, e anzi cercando di superare tutti i passaggi finalizzati esclusivamente al profitto che, in quanto tali, sono un ostacolo alla libera circolazione delle idee.

 

La Ediself pubblica, quindi, solo libri selezionati, di elevato contenuto etico, privilegiando le tematiche ambientalistiche, pacifiste, animaliste e femministe.


 


 

[1] VR Potter. Bioetica – La scienza della sopravvivenza

[2] N.J. Berrill. Man’s Emerging Mind